Studi recenti mostrano che per incoraggiare un cambiamento di medio-lungo termine nel consumo di energia elettrica delle abitazioni è necessario agire attraverso la motivazione intrinseca delle persone, ossia intraprendere un’attività perché è di per se’ motivante e non per il vantaggio economico o pressioni esterne. Pertanto, gli strumenti motivazionali tradizionalmente usati per orientare i consumi – quali i sistemi d’incentivo monetario e le politiche d’informazione – risultano spesso inefficaci.

Social Power, attraverso precisi obiettivi, strumenti e meccaniche di gioco, fa’ leva proprio su quelle istanze intrinseche del comportamento umano che possono portare a sviluppare un attivo interesse verso una finalità specifica anche non ludica (nel nostro caso il “risparmio energetico”), con grande vantaggio motivazionale e di coinvolgimento della persona.

Combinando inoltre il gioco con “l’effetto rete” dei social media, il progetto Social Power sfrutta anche del confronto sociale che, sul lungo termine, può contribuire ad orientare, modellare ed influenzare le abitudini delle persone verso scelte energetiche più sostenibili.